Scritto da: Alberto Volpin
|

Come richiedere la Centrale Rischi?

centrale_rischi_copertina_

La Centrale dei Rischi (o servizio di centralizzazione dei rischi) è un sistema informativo, gestito dalla Banca d’Italia, che raccoglie le informazioni fornite da banche e società finanziarie (gli intermediari) sui crediti che esse concedono ai loro clienti, sia privati che imprese.

Gli intermediari comunicano mensilmente alla Banca d'Italia il totale dei crediti verso i propri clienti pari o superiori a 30.000 euro e i crediti in sofferenza.

Quest’ultima, una volta raccolte ed elaborate tutte le segnalazioni, restituisce mensilmente ai soggetti interessati le informazioni sul debito totale verso il sistema creditizio di ciascun cliente segnalato.
L’obiettivo della CRBI è quello di migliorare la qualità del processo di valutazione del merito creditizio svolto dagli istituti di credito sulla clientela, innalzando così la bontà del credito concesso dagli intermediari e rafforzando la stabilità finanziaria del sistema creditizio


Ma qual è la procedura per richiedere la propria Centrale Rischi?


Si può accedere ai dati della Centrale Rischi tramite due modalità:

Attraverso i servizi online: utilizzando la piattaforma "Servizi online", selezionando il box "Richiedi i dati", oppure utilizzando il link diretto al servizio online CR.

Il richiedente può identificarsi mediante:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) al fine di accedere a uno spazio personale dal quale compilare e inoltrare la richiesta di accesso ai dati
  • In alternativa, qualora non si disponga di SPID o CNS, compilando e inviando una richiesta insieme alla copia un documento di identità o di riconoscimento equipollente in corso di validità;


L'abbonamento alla Centrale Rischi 


Dal 2 ottobre 2020 le società iscritte al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio possono sottoscrivere sulla piattaforma "Servizi online" un abbonamento per ricevere mensilmente i dati della CR al proprio indirizzo PEC.


L'abbonamento È GRATUITO e ha la durata di un anno; è rinnovabile alla scadenza e può essere revocato in ogni momento. Il servizio può essere sottoscritto esclusivamente dal legale rappresentante munito di SPID o CNS. L’abbonamento si attiva dal mese successivo alla ricezione dei dati relativi alla prima richiesta presentata dal legale rappresentante.

Tramite richiesta diretta: recandosi direttamente presso una delle filiali della Banca d'Italia, per posta elettronica certificata (PEC), posta ordinaria oppure consegna a mano. Va sempre allegato il documento di riconoscimento in corso di validità.



È utile sapere che:

  • L'accesso ai dati della Centrale dei rischi della Banca d'Italia da parte dei diretti interessati è gratuito.
  • La Banca d'Italia fornisce, di norma, una risposta entro 30 giorni dalla data di ricezione della richiesta di accesso ai dati della Centrale dei Rischi.
  • I dati della Centrale dei Rischi sono riservati e coperti dal segreto d'ufficio. Non possono essere né divulgati, né comunicati a soggetti diversi dal diretto interessato o altro soggetto legittimato.
  • Possono essere richieste le date contabili da dicembre 1995 a oggi. Le banche e le società finanziarie che partecipano alla Centrale dei Rischi possono consultare solo i dati riferiti agli ultimi 3 anni (36 date contabili) Sono disponibili anche dati storici (da gennaio 1989 a novembre 1995) per i quali va inserita una richiesta separata e adeguatamente motivata, in quanto l’elaborazione di tali richieste è particolarmente onerosa.

Per riassumere 

richiedere_importanza_centrale_rischi_richiedere_centrale_rischi_onlinerichiedere_centrale_rischi_

richiedere_centrale_rischi_abbonamento

richiedere_centrale_rischi_diretta


business_plan_guida